Loro, il regalo più bello. Ogni giorno! 

Sono più di 48 ore che non esco di casa, praticamente non ho mai tolto la tovaglia, non credo che avrò il coraggio di pesarmi fino a dopo Pasqua, così faccio un conto unico. Il giorno della Vigilia, per salutare gli amici venuti a pranzo Francesco ha pensato bene di cadere facendo un salto e … Continua a leggere Loro, il regalo più bello. Ogni giorno! 

Annunci

Non ho rinunciato alla carriera, ho solo scelto, potendo, di fare di più la mamma! 

Potevo, e ho scelto. Non ci ho pensato neanche più di tanto, perché era quello che volevo, quello che sognavo. Da sempre! Quando è nato Francesco mi è stato proposto un part time, lavorare al mattino e fino alle 14.30. Voleva dire fare un lavoro un po' diverso, più di scrittura, senza condurre il tg … Continua a leggere Non ho rinunciato alla carriera, ho solo scelto, potendo, di fare di più la mamma! 

Mamme perfette state alla larga! Io sono un disastro…perfetto!

So che non è bello provare sentirmenti come l'invidia o il disprezzo, e vi giuro che sono una persona che raramente li nutre. C'è però qualcuno che riesce a farmeli provare contemporaneamente in un mix esplosivo che l'Incredibile Hulk incazzato a confronto mio è Biancaneve che cinguetta nel bosco.  È la mamma perfetta. La conoscete tutte. Perché le mamme perfette sono ovunque, stanno nascoste nell'ombra e si materializzano intorno a noi al momento giusto. T

Un altro figlio non ci sarà! Sono convinta, però…

È finita. Dal tunnel delle pappine ancora non sono uscita ma ho già definitivamente archiviato le farine, riso/mais/tapioca/semolino ADDIO! Via anche lo sterilizzatore, il cuocipappa, e basta omogeneizzati. Mai più orridi pantaloni premaman, reggiseni per l'allattamento, venduto perfino l'angelsound. Le notti in bianco lentamente stanno diventando un ricordo. Lei sta crescendo, tra un mese compirà un anno. Gattona, sta in piedi da sola e se le tendi le mani azzarda qualche passo e ride, poi, felice, strilla e mi chiama. 

Il mio sballo del sabato sera e la cena fuori con le amiche,tutte ancora senza figli!

  Ho alzato la mano, come a scuola quando chiedi "Scusi profe posso uscire un attimo?", e con non poca vergogna ho detto "Ragazze mi dispiace ma io sono a pezzi, devo andare a casa". Non era neppure mezzanotte. Basterebbe questo pietoso epilogo per riassumere la mia "superseratona" fuori con le amiche, il sabato! Wow! … Continua a leggere Il mio sballo del sabato sera e la cena fuori con le amiche,tutte ancora senza figli!